Concorso "Eschilo a Gela"


Giorno 16 Aprile si è tenuta la premiazione della 18° edizione del concorso “Eschilo a Gela” presso il Liceo classico intitolato proprio al celebre tragediografo greco di Eleusi. Ai partecipanti è stato chiesto di elaborare un saggio sui temi della monarchia costituzionale, delle pari opportunità e dell’immigrazione fortemente presenti nella tragedia “Le Supplici”. Vista l’attualità delle tematiche proposte, l’adesione è stata più che considerevole, tanto da aprire l’agone a studenti ed insegnanti di tutta Italia. Dopo gli interventi del presidente dell’I.D.A.E., l’Istituto del dramma antico Eschilo, prof. Giorgio Romano, e della prof.ssa Rita Salvo, docente di lettere classiche presso lo stesso Liceo Eschilo, è avvenuta la premiazione di tutti i concorrenti con attestati e medaglie. In particolare ad accogliere con entusiasmo il progetto sono stati quattro alunni del nostro istituto della classe 2F, coordinati dalla prof.ssa Miccichè: Edoardo Barragato, Floriana Cacciatore, Miriam Sferlazza e Gaia Tripodi. Gli studenti hanno sottolineato, come a distanza di 2500 anni, la tragedia sia estremamente vicina alla nostra quotidianità. Si è trattata di un’esperienza formativa che ha permesso ai ragazzi del nostro Liceo di confrontarsi con altre realtà scolastiche, tutte accomunate dalla passione per il mondo greco, precursore della nostra attualità. È proprio questo l’approccio che lo studio ai classici vuole trasmettere: un continuum che lega tutte le civiltà attraverso valori sani e universali.

Commenti